giovedì 13 dicembre 2012

LA SALSA MAIONESE PERCHE' SI CHIAMA COSI' ??? LA MAIONESE FATTA IN CASA CON LA FRUSTA ELETTRICA

A volte i miei lettori non comunicano con me tramite i commenti che si trovano  in calce ai singoli post,  forse perché un pò timidi, e così mi scrivono direttamente una email al mio indirizzo che è  sergiocorbino@gmail .com

Proprio così è successo ieri quando uno dei miei assidui lettori mi ha chiesto,:   "Perché questa salsa si chiama così?" E poi, "Ma come si fa a casa una maionese buona veramente ?" Ed ha aggiunto: "Io ho una frusta elettrica, ma lo stesso non mi viene bene !!!"

Ed allora vi dirò un primo segreto.   E' necessario che le uova NON siano fredde di frigorifero, ma a temperatura ambiente. Cioè bisogna tirarle fuori  dal frigo qualche ora prima di iniziare  la preparazione-
Poi bisogna  far ridurre l'aceto sul fuoco del 50% ed infine aggiungere un cucchiaino di succo di limone.

Allora riepilogando queste sono le istruzioni:
Tre tuorli a temperatura ambiente: gli albumi conservateli in un barattolo di vetro (della marmellata)  pulito ed asciutto. Potranno servire in seguito se conservati in frigo.

Mettere nella terrina i tre tuorli, aggiungere un pizzico di sale fino. In precedenza avrete messo in un pentolino gr 40 di aceto e su fuoco dolce lo avrete fatto ridurre della metà cioè a gr 20.  Tenetelo da parte ed aspettate che si raffreddi.

Iniziate ad aggiungere l'olio a filo, cioè un poco poco per volta ed iniziate a mescolare. Continuate così, al minimo della velocità, aggiungete ora l'aceto freddo, poi altro olio, e continuate.

Bisogna considerare un massimo di gr 80 per ogni  tuorlo d'uovo, cioè nel nostro caso un totale di gr 240.
Vi conviene quindi  prima di iniziare, di mettere questa quantità di olio in una bottiglina ad esempio di succo di frutta e così non sbaglierete la quantità da aggiungere nel composto. Troppo olio la rende instabile e può impazzire.

Poi continuando sempre a frullare, aggiungere alla fine il cucchiaino abbondante  di succo di limone. Quindi saggiare se va bene il sale, altrimenti aggiungerne un pochino e mescolate ancora per un momento.

Dopo aver utilizzato la maionese, conservare quello che resta in una ciotolina ben chiusa in frigo.
Qualche giorno può durare.


PERCHE' SI CHIAMA SALSA MAIONESE

La salsa maionese non ha preso il nome dal suo creatore,  (come di solito avviene) ma bensì dal suo luogo di origine.

Il nome deriva da Puerto Mahon nell'Isola di Minorca, una delle Isole Baleari,  dove il cuoco militare  di Armand de la Porte, Duca di Richelieu, improvvisò nel 1757 una salsa a base di olio crudo e tuorli d'uovo.

Il successo fu strepitoso  e la salsa chiamata allora MAHONNAISE,  in Francia si chiamò MAYONNAISE

Si tratta di una emulsione stabile dovuta alla lecitina presente nel tuorlo dell'uovo, fra olio e limone.

Apporta notevoli quantità di calorie e colesterolo

2 commenti:

Milady ha detto...

ci hai dato davvero tante dritte!

Sergio Corbino ha detto...

Cara Milady,
un tempo si faceva a mano con un mestolino di legno. Ci vuole però molto pazienza perché sembra che mai si riesca a consolidare. Grazie del commento ed un codiale auurio di un migliore anno nuovo.
Sergio