sabato 27 novembre 2010

PENNE GRANDI ALLA BESCIAMELLA E FORMAGGI AL FORNO. OTTIMO PIATTO PER UNA DOMENICA IN FAMIGLIA

Sono diventate sempre più rare le riunioni per il pranzo domenicale in famiglia. Un tempo ( quando i telefonini cellulari non esistevano ancora ), nelle case del Sud Italia il famoso ragù con carni di manzo, di maiale, polpa e concentrato di pomodoro veniva preparato dal giorno prima, facendolo cuocere per oltre sei ore. Era veramente un rito, le famiglie erano più numerose di adesso ed in tale occasione i commensali si scambiavano le notizie di fidanzamenti, di nascite, di scomparsa prematura della bisnonna all'età di oltre novant'anni.

Oggi nelle case si rimane in pochi, i più vanno a lavorare fuori, al Nord, all'estero, si convive e non ci si sposa e talvolta il figlio maschio diserta le riunioni domenicale per non presentare ai suoi la sua nuova "compagna" ! Ed ovviamente lo stesso può avvenire per una figlia femmina, perchè per fortuna ora vi è la parità dei sessi.

Le conseguenze in alcune famiglie sono quasi drammatiche: diventa inutile cucinare per sei ore un meticoloso ragù, quando poi ci si siede a tavola in cinque o sei al massimo e bisogna fare presto perché c'é la partita di pallone in TV per papà, o la mamma ha da vedere su un altro canale una lacrimevole soap-opera con i suoi attori preferiti, ed i più piccoli vogliono vedere i cartoni animati giapponesi, e quindi è tutto un vero scombino.
La televisione che ci ha portato tante cose interessanti e che ci fa spesso compagnia, talvolta bisognerebbe spegnerla.

Ed allora partecipiamo di buon grado ad un pranzo veloce, preparato sì ad arte, ma poi tutti via, ognuno alla propria casa e non trasformiamo le riunioni della domenica in un campo di battaglia con tanti scontenti.

E così in questi casi la pasta al forno con la besciamella ed i formaggi risolve tutto, diventa un classico che si può preparare in meno di mezz'ora, cuoce un'altra mezz'ora a forno forte e poi magari prepariamo per secondo piatto delle semplici cotolette impanate e fritte, o delle salsicce e friarielli (broccoletti amari soffritti in padella con aglio e olio) e patate già lessate e poi messe nel forno a rosolare mentre si attende che arrivi a temperatura, per perfezionare con una forte cottura il primo piatto.
Tanto si sa già che i dolci li porta l'immancabile zio, ospite fisso scapolo che tutti coccolano aspettandosi una vaga eredità, il quale dopo il terzo bicchiere di vino, prima ancora che la frutta sia in tavola, è già pronto a sdraiarsi sul divano dove terminerà russando, il suo inutile pomeriggio, ma almeno lontano dalla televisione.

INGREDIENTI: (per sei persone): penne grandi gr 750; provolone dolce gr 150; fontina valdostana gr 150; parmigiano gr 100. Per la besciamella : farina 6 cucchiai colmi; burro gr 100;
latte fresco intero cc 1.500; sale.

PROCEDIMENTO: in un capace tegame preparare una besciamella (mai comprare quella già pronta che ha un orribile sapore di latte condensato) mettendo il burro, la farina, un pizzichino di sale, e su fuoco dolce farla tostare rimestando con un mestolo di legno. Dopo un paio di minuti aggiungere un poco di latte, mescolare ancora, la farina si assorbe il latte ed allora versarne ancora un altro poco, e il composto comincia a gonfiarsi, rimestare, e quando si è asciugato il liquido continuare così, fino a finire il latte ed ottenere una consistenza abbastanza liquida.
Togliere dal fuoco, rimestare ancora per un minuto, perché il fondo bollente continua la cottura e tenere da parte. Grattugiare il parmigiano e mescolarlo alla besciamella rimestando velocemente ancora per un mezzo minuto.
Tagliare a sottili scaglie i due formaggi, dopo aver eliminato la eventuale scorza!
Mettere sul fuoco l'acqua salata, quando bolle mettere dentro le penne e scolarle molto, ma molto al dente. Continueranno la cottura nel forno. Mettere le penne in una zuppiera, aggiungere tutta la besciamella e rimestare.
Tagliare a sottili striscioline i due formaggi. In una capace pirofila, che poi sarà portata in tavola, mettere un primo strato di penne ben condite dalla besciamella. Poi sopra distribuire una parte di striscioline di formaggio, poi altra pasta, altro formaggio e poi finire con le penne pressandole un pò per eliminare i vuoti.
Mezz'ora prima di andare in tavola mettere la pirofila in forno già a 180° per 30 minuti e poi tirarla fuori quando vedrete la crosticina superiore un pò bruciacchiata.
E' la parte migliore da mangiare. Servire subito le penne ben calde, sperando che siano sufficienti per tutti. La prossima volta preparatene un pò di più. Sono ottime anche il giorno seguente, riscaldate nel forno a microonde ! (Così le mangeremo proprio a pranzo, tra 30 minuti, soli soletti mia moglie ed io, ma non lo dite a nessuno......... con la televisione accesa!)

P.S. Due piccole varianti: 1) Potete sostituire uno dei due formaggi con gr 150 di prosciutto cotto o mortadella tagliandola a striscioline e mescolandola insieme tra uno strato e l'altro.
2) Potete aggiungere dei Pisellini Primavera ( gr 400) surgelati, passati per 15 minuti in un tegamino nel quale avrete messo una mezza cipolla tagliata a velo ed un paio di cucchiai di olio extra vergine d'oliva o gr 30 di burro, ovviamente su fuoco medio. Quindi i pisellini cotti vanno distribuiti tra uno strato e l'altro.

1 commento:

Ramona ha detto...

Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html