venerdì 14 settembre 2012

FETTE DI RICCIOLA IN PADELLA CON GLI AROMI DEL LIMONE E DEL CAPPERO

Ero un poco restio a cucinare il pesce condendolo con succo di limone al posto del vino o dell'aceto e poi mi sono deciso a cambiare il mio atteggiamento nei confronti del succo di limone e la pietanza è riuscita egregiamente.
Avevo quindici invitati e avevo acquistato da Domenico, a Massalubrense, una ricciola di poco più di 4 chili.

Ero un poco preoccupato perché quando il pesce diventa grande, le sue carni sono sempre un poco asciutte.
Una volta sola, poco più di  20 anni fa, a Capri, in occasione del compleanno di Peppino ( di Capri) un amico pescatore che pensate un pò si chiamava Mario Pesce,  gli aveva regalato una ricciola di una dozzina di chili, pescata la mattina vicino ai Faraglioni.
La bravissima consorte di Peppino era riuscita a cucinarla in maniera sublime ed il pesce non era risultato per niente stopposo.
Ma il segreto di questa ricetta non mi fu dato, nonostante fossimo in ottimi rapporti.

Ora forse il segreto lo ho capito e la mia ricciola a fette è venuta proprio buona e quindi voglio che anche voi possiate goderne. Potete anche cucinare nella stessa maniera del pesce spada a fette e verrà lo stesso benissimo.

INGREDIENTI per 6 persone:    ricciola a fette 6 da gr 200/ cad. ; olio extra vergine d'oliva 6 cucchiai colmi; capperi 1 cucchiaio colmo; limoni 2 ben lavati (si usa sia il succo che la buccia, come ora vi dirò); menta fresca 3 rametti; prezzemolo un ciuffetto con i gambi; pangrattato 3 cucchiai; sale fino; aglio 1 spicchio.; farina 3 cucchiai colmi per infarinare le fette.

PROCEDIMENTO :  Ci vuole una padella nella quale possano entrare le sei fette di pesce, senza sovrapporsi. Si può anche portarla poi in tavola, per servire il pesce senza farlo raffreddare nè danneggiare le fette trasferendole in un piatto di portata. Comunque sceglite voi cosa fare..
Lavare le fette di pesce, asciugarle e passarle in un piatto nel quale avrete messo la farina e qualche pizzico di sale. Infarinare ogni fetta sui due lati, (schiacciando un pò la farina sul pesce con i polpastrelli delle dita) , quindi adagiarle nella padella appena bagnata da qualche goccia d'olio.
Preparare ora il battuto:  spremere il succo dai due limoni e tenerlo da parte. Tagliate tutta la buccia pulita e riducetela a piccolissimi pezzettini. Nel bicchiere del frullatore mettete l'aglio sbucciato, un cucchiaio d'olio, il pangrattato, i capperi (dopo averli puliti dal sale), le foglie di menta, il ciuffo di prezzemolo. Tritate per un minuto, poi unitevi i pezzetti di buccia di limone. Spargete questo composto sulle otto fette di pesce, sopra versate l'olio ed il succo dei limoni.
Quando siete vicini al momento di andare a tavola mettere la padella su fuoco forte e cuocere per dieci minuti, poi rigirare le fette di pesce e cuocere per altri 5 minuti l'altro lato, riversando sopra il fondo di cottura.
Portare in tavola la padella  (o trasferirlo nel piatto di portata con opportune cautele) e servirlo subito.

2 commenti:

marina ha detto...

avevo provato questa ricetta tempo fa e l'avevo trovata molto gustosa....domenica ho ospiti a pranzo ed è un ottimo secondo....GRAZIW

marina ha detto...

avevo provato questa ricetta tempo fa e l'avevo trovata molto gustosa....domenica ho ospiti a pranzo ed è un ottimo secondo....GRAZIW