venerdì 18 maggio 2012

SARTU' DI RISO IN GIALLO CON ZUCCHINE FRITTE E MOZZARELLA

Si tratta di un "sartù" di riso, cioè un timballo, in bianco, senza  carni nè pomodoro.  E' una pietranza abbastanza semplice da realizzare, al contrario del classico sartù di riso napoletano dove vi sono salsiccine, polpettine di carne, pisellini, formaggi.
Mentre nel sartù napoletano il riso viane portato a mezza cottura cuocendolo in brodo e sugo del ragù, quindi diventa rosato, qui si cuoce a metà in acqua salata e poi si condisce , come noterete se seguirete le mia ricetta .
Se vi è venuta la voglia di sperimentarlo vi elenco gli ingredienti necessari.

INGREDIENTI  per 4/5 persone: riso Arborio superfino gr 350; zucchine gr 500; mozzarella gr 6/700; formaggio parmigiano grattugiato gr 150;burro gr 100; pangrattato per lo stampo; zafferano 1 bustina; olio extra vergine d'oliva q.b.; sale.

PROCEDIMENTO : cuocere il riso in acqua poco salata e scolarlo al dente. Tenerlo da parte in una ciotola e condirlo con 2/3 del burro, con la bustina di zafferano e con metà del parmigiano, rimestando rapidamente. Intanto lavare ed asciugare le zucchine, tagliarle a rondelline, tutte di uguale spessore e metterle in padella, un poco per volta,  con olio extra vergine d'oliva . Tirarle su con una forchetta mano a mano che saranno divenute bionde e spruzzarle con un pò di sale. Imburrare accuratamente una pirofila da forno abbastanza alta, (ad esempio quella adatta ai soufflé), spargervi dentro del pangrattato e scrollare via quello in eccesso.
Tagliare a sottili fettine tutta la mozzarella. Sul fondo della pirofila depositare un poco di riso; sopra va qualche fetta di mozzarella, poi delle fette di zucchine, un pò di parmigiano ed ancora del riso. Avanti così fino a terminare tutti gli ingredienti.
In ultimo, sullo strato finale,  va il burro residuo  tagliato a fiocchetti.

Al momento di andare a tavola (diciamo venti minuti prima) mettere in forno già caldo a 180° , fare cuocere per 15/20 minuti, quindi tirare fuori la pirofila e capovolgerla sul piatto di portata, battendo leggermente sul coperchio, formulando auguri che si stacchi tutto intero!  (Se avete qualche parola magica è questo il momento di tirarla fuori !!)

3 commenti:

Milady ha detto...

questa versione semplificata del sartù mi ispira parecchio. :)

feliperun ha detto...

! ho tutti gli ingredienti!

Sergio Corbino ha detto...

Cara Milady e caro Feliperun,
ho molto gradito i vostri commenti. A volte bastano poche parole per dare una notevole sodisfazione all'autore del blog.
Provate la pietanza e poi fatemi sapere se vi è piaciuta. Trovare sempre delle nuove cose non è facile,quindi vi ringrazio molto. Continuate a scrivermi. Sergio