sabato 19 gennaio 2013

PICCOLI INSETTI NELLE CONFEZIONI DALLA PASTA E/O DI BISCOTTI

Può capitare, specialmente in quesa stagione in cui il riscaldamento delle case è in funzione, che si sviluppino piccoli insetti all'interno delle confezioni di pasta e di biscotti, pur essendo il prodotto ancora nei limiti della conservazione riportati sulle confezioni.

Le cause possono essere molteplici: può trattarsi di uno stoccaggio in magazzino non corretto da parte dei distributori, o di scarsa igiene dello scaffale del supermercato o anche dello stesso stabilimento di produzione e così  l'ambiente caldo-umido delle cucine contribuisce al loro veloce sviluppo..

Come si notano questi insetti ? Dentro la confezione potete trovare o delle larve, o dei piccoli bruchi e poi dei sottili filamenti che denunciano la infestazione avvenuta.  Nel caso dei biscotti, potrete trovare delle tracce di rosicchiature sulle parti interne più tenere da attaccare e poi sul fondo una specie di farina grossolana.

In tale caso conviene gettare via il prodotto e pulire con una spugnetta imbevuta di aceto con poche gocce di acqua tutti gli scaffali della dispensa.
Ma se notate delle farfalline, è ora di sgombrare tutto l'armadio e di pulire ben a fondo, controllando tutte le confezioni, sia quelle già aperte che quelle ancora chiuse.

I piccoli intrusi riescono a perforare i sacchetti o le confezioni, passando da una all'altra, e conviene in tale caso gettare via il prodotto danneggiato che comunque non sembra sia dannoso per le persone.
Comunque qualcuno potrebbe essere allergico alla loro presenza quindi è consigliabile NON ingerirli.

Si suggerisce di limitarsi nell'acquistare grosse quantità di pasta e o biscotti, (non siamo in tempo di guerra accaparrando provviste) , ma consumando le confezioni più vecchie, riducendo così i tempi di permanenza  in  ambienti troppo riscaldati.

E' ovvio che NON bisogna impiegare insetticidi per pulire gli armadi, ma un vecchio rimedio raccomanda di mettere un piattino con dentro un batuffolo di ovatta bagnato con olio essenziale di eucalipto o foglie di alloro fresche che sembra  agiscono come repellente.

Vi sono in commercio dei fogli di carta moschicida che attraggono le farfalline che circolano indisturbate in una credenza, ma quando trovate le farfalline appiccicate vuol dire che dalle larve sono nati i bruchi e che poi si sono trafsformati in farfalline, quindi l'infestazione è già avvenuta.

Quindi pulizia generale e se potete, conservate i pacchi già aperti di pasta e biscotti, in barattoli di vetro con chiusura ermetica.. Lì NON riusciranno ad entrare!

P.S. Ricordo ancora una volta che se avete acquistato dei funghi secchi, conviene metterli subito nel freezer perchè soltanto così eviterete che i piccoli insetti vi rovinino un così costoso prodotto. 

2 commenti:

Marco Gusti ha detto...

Gli insetti a cui vi riferite sono i tipici insetti delle derrate alimentari. Ephestie - Punteruolo – ecc. che si possono riscontrare in molini pastifici - industrie alimentari e nella distribuzione. Le confezioni infatti si possono contaminare sia in fase di produzione (larve, uova, insetti adulti) che in distribuzione (supermercati, negozi) o nella dispensa di casa. Le carte non sono "moschicide" ma colle con i feromoni di aggregazione sessuali che in genere attraggono i maschi. Sono molto utili ma in caso di forte presenza è utile una disinfestazione da farsi con prodotti piretroidi (a bassissima tox per uomo e animali). Consiglio di rivolgersi ad un disinfestatore esperto www.pestconsulting.eu . A disposizione per chiarimenti

Sergio Corbino ha detto...

Caro Marco,
grazie del commento molto valido. Spero che in seguito continuerai a seguirmi, pur non trattando io molto spesso simili argomenti.
Le carte le ho usate spesso anche io, ma non sapevo che avessero nella colla dei ferormoni!
Cordiali saluti
Sergio Corbino