martedì 5 gennaio 2010

CONCHIGLIETTE WITH TROPEA ONION COMPOTE



Another recipe for my American and English readers!

Conchigliette with Tropea Onion Compote


Ingredients

1 Ridged conchigliette (“small shells” about 1/2” long; substitute any similar short pasta that will hold a hearty sauce well)—approx. 17-1/2 oz. (500 g)
2 Red “Tropea” onions*— about 9 medium (2-1/2” diameter) (1000 g)

3 Butter—approx. 7 Tbls. (100 g)
4 Flour—2 Tbls.
5 Beef extract—1 Tbl.
6 Extra-virgin olive oil—6 Tbls.
7 Red wine, full-bodied—just under 7 oz. or about 4/5 cup (200 ml)
8 Bay leaves—2
9 Grana, grated (see Glossary)—1 cup (100 g)
10 Emmental, grated—1 cup (100 g)


Difficulty: Easy Preparation 25’ Cooking 23’


Procedure
A. Wash the onions, slice thinly, and sauté with half the butter and olive oil. Allow to soften,
covered, over a low flame for fifteen minutes, mixing occasionally. Add the red wine, a
teaspoon of salt, and the bay leaves. Cook for an additional ten minutes.
B. Dissolve the beef extract in about two cups of hot water and add to the onion. Using a strainer or sieve, add the flour, mixing rapidly. Cook for another fifteen minutes, then remove from heat, discard the bay leaves, and adjust for salt. Set the onion cream aside to keep warm.
C. Boil the conchigliette in salted water and drain whenthey are al dente. Pour them into a deep serving bowl and dress immediately with the rest of the butter. Addthe onion cream, and mix again while sprinkling with the grated grana and Emmental. Serve immediately.

*Tropea onions, named for the town in the Calabria region that made them famous, are a sweet, medium-sized red onion (used in making onion marmalade, among other things).
They’re unlikely to be found outside of Italy, but any good-tasting, sweet red onion will work.

You can find this recipe and many others in my book :
http://www.ipocpress.com/eng/mostra_libro.php?id=31


3 commenti:

mariacristina ha detto...

Ciao, grazie per la visita, non sono riuscita a passare prima per varie vicissitudini, compresa chiavetta con connessione ultralenta che mi impediva l'uso del computer in montagna. Ho visto il tuo blog, tante belle idee! E anche in inglese, ho giusto un figlio appena partito per gli USA per fare il secondo semestre del liceo, gli dirò di farlo vedere alla signora che lo ospita così forse non me lo avvelena. Dovresti sentire che razza di pizza gli ha fatto come benvenuto!

Sergio Corbino ha detto...

Cara Mariacristina,
sono stato tante volte in america per lavoro e per studio e purtroppo ho anche io constatato con lì non esiste alcuna tradizione gastronomica. Ad eccezione di qualche famiglia da poco trasferita negli USA, dove la domenica si cucina qualcosa, in tutto il resto del territorio si vive di panini, toast, uova strapazzate e nei giorni di festa bistecche!!.
Quindi immagino che schifezza di pista abbiamo offerto a tuo figlio.
Ma non farti troppe preoccupazioni: i ragazzi sono resistenti, come i vecchi e quindi tornarà ben temprato dalla vita americana e poi apprezzerà di più la tua cucina!
Cerca di vedere sempre un lato positivo nelle vicissitudini della
vita!!
Comunque regalare il mio libro, tradotto da uno dei migliori inglesi sul mercato di Milano, mi sembra sempre una nota positiva. Forse migliorerà in qualcosa.
Ancora grazie per avermi scritto, fallo ancora. Auguri
Sergio

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com